Guida completa per organizzare un matrimonio: il calendario dei preparativi (parte II)

Eccoci di nuovo qui! Avete scelto e confermato i principali fornitori del vostro matrimonio, lavoreranno in armonia come i musicisti di una grande orchestra per realizzare il vostro giorno perfetto. Ma ora procediamo con ordine… e se vi siete persi i primi passi da fare tra i 12 e gli 8 mesi prima del matrimonio eccoli qui.

8 – 6 mesi prima del matrimonio…

Potrete iniziare la vostra personalissima fashion week provando tutti gli abiti da sposa che desiderate, ma senza perdervi tra tulle e pizzi perché alla fine bisogna decretare il vincitore. State tranquille quando troverete il Vostro abito da sposa lo capirete. Alla conferma dell’abito consiglio di pianificare anche le successive prove ed il ritiro, ogni atelier ha le sue tempistiche, qulle che indicheremo in seguito sono tra quelle più comuni.

Non dimenticate ovviamente anche a tutti gli accessori come il velo, le scarpe, la lingerie, un coprispalle per il freddo ed i gioielli. Mi raccomando cercate gli accessori perfetti che vi rendano speciali ma che siano anche comodi. Quel giorno non potete stare sedute a lungo e scarpe altissime, bellissime ma scomodissime, che verranno tolte subito dopo il rito non saranno la scelta giusta!

Nonostante una sposa sia sempre bella e raggiante, tutte necessitano di un professionista del make up artist e dell’hair stylist. Quindi prendete le pagine gialle… anzi smartphone, tablet e laptop e seguendo i consigli delle vostre amiche scegliete i vostri artisti di bellezza e ricordate anche qui di pianificare le prove!

Prendete appuntamento con il catering per definire un po’ più nel dettaglio il menù con i vini da abbinare, lo assaggerete probabilmente più vicino alla data per confermare i vari piatti. Scegliete con cura gli aspetti legati al banqueting come mise en place, forma dei tavoli, sedie, tovagliati, arredi per i buffet e sedute per la zona aperitivo, sarà fondamentale conoscerli per abbinare in coordinato l’allestimento floreale. Se necessario, pianificate un sopralluogo tecnico in location.

Tornate dal vostro wedding & floral designer per iniziare a definire la vostra giornata delineando lo stile, la palette di colori, i fiori che preferite, gli allestimenti ed i dettagli per ogni momento.

Per noi di Simmi è fondamentale questo appuntamento. Perché iniziamo a cucire tutta la trama di quel giorno. Seguiamo passo dopo passo i nostri sposi, anche durante il giorno del loro matrimonio. Come registi invisibili, ci spostiamo dietro le quinte, realizziamo le scenografie perfette e con la nostra presenza discreta ma attenta coordiniamo tutta la tempistica.

Controllate anche la lista invitati e capite se ci sono persone che arrivano da molto lontano. Se ci fosse lo zio d’America, non possiamo pensare che farà un soggiorno on the road accampandosi nelle meraviglie del nostro paese. È preferibile iniziare a pensare ad una sistemazione e prenotare un hotel che vi sia comodo per gli spostamenti.

A questo si aggiunge la scelta dell’abito dello sposo, e della programmazione delle future prove in base alla tipologia di realizzazione, ma che per fortuna non dovrebbe essere motivo di stress per la futura sposa. Per evitare però qualsiasi sfogo cutaneo, vi consigliamo di non fare troppe domande: meno sapete meglio è per la vostra sopravvivenza.

In questi mesi pensate anche ai fornitori extra come: animatori bimbi, dog sitter e noleggio automobile e navette transfer. Non dimenticate neanche, se ancora non l’aveste fatta, di scegliere una lista nozze se non seguirete la via della lista viaggio.

È il momento della scelta delle fedi, sceglietele con cura, vi accompagneranno per il resto della vostra vita. Talvolta sono i testimoni a farvi questo prezioso regalo! Ed iniziate a pensare, con l’occasione, anche se desiderate farle portare a qualche bimbo della famiglia durante la celebrazione e su cosa? Ci serve un portafedi! Lo darà l’atelier dell’abito o lo sceglieremo con il floral designer? Segnatevi sull’agenda la data di consegna.

Si inizia a definire la suite grafica: scegliere il font, il colore e lo stile delle partecipazioni. Prestate molta attenzione a questo momento perché il format scelto sarà utilizzato anche per tutti i dettagli cartacei del matrimonio dai libretti per la messa ai menù al tableau de mariage.

Si sa gli sposi oggi hanno sempre meno tempo, peer questo noi di Simmi abbiamo aggiunto ai nostri servizi la possibilità di progettare e realizzare il coordinato tipografico. in modo da avere un unico punto di riferimento per tutta la parte cartacea e realizzarla in linea con il matrimonio.

La burocrazia si sa non piace mai a nessuno ma iniziate ad informarvi per le pubblicazioni di matrimonio, ricordatevi però di non anticipare troppo perché hanno un tempo massimo di validità di 180 giorni (6 mesi). Chiedete informazioni nel comune dove vi sposerete o al parroco che celebrerà le nozze in merito alle disposizioni e ai documenti da reperire.

5 – 4  mesi prima…

È ora di mandare in stampa le partecipazioni, per il galateo vanno consegnate almeno 4 mesi prima dell’evento, consigliamo di consegnarle a mano per amplificare l’emozione del momento ed avere già un primo feedback sull’eventuale presenza. Considerate almeno un mese per la consegna, tra cene e caffè, se non desiderate fare un evento ad hoc raggruppando tutti.

Incontratevi anche con il sacerdote o il celebrante che avete scelto per definire i tempi della cerimonia. Se religiosa le letture, i canti e la conferma per i fornitori scelti. Se invece avrete un rito civile ricordatevi di delineare lo svolgimento del rito, abbiamo dei canovacci per aiutarvi, scegliete le musiche e le poesie e chi le leggerà per poterlo avvisare in anticipo. E iniziare a scrivere le promesse di matrimonio. Non sottovalutate la sindrome da pagina bianca, iniziate per tempo a scriverle, un consiglio?! Siate spontanei e sinceri, l’amore vero è mille volte meglio che arzigogolate frasi palesemente rubacchiate in giro. Stanno sposando voi, ed è voi, e soltanto voi, che vogliono sentire, non Shakespeare o Herman Hesse.

Da non dimenticare le pubblicazioni, è il momento di finalizzare il tutto. Nonostante i tempi siano cambiati e difficilmente ci sarà uno scontro familiare come tra i Montecchi e i Capuleti, è fondamentale chiederle nei tempi prestabiliti e soprattutto una volta che il Comune esegue la Prima Pubblicazione avrete sei mesi a disposizione per convolare a nozze.

Infine compilate anche la playlist del vostro matrimonio. Ricordatevi di pensare alla colonna sonora per momenti speciali come il primo ballo o il taglio della torta. Confrontatevi con i musicisti per consigli e concordate tempi, orari e spostamenti per seguire i vari momenti del matrimonio.

Tornate anche dal vostro floral designer per definire gli ultimi dettagli del vostro giorno più bello. Piccoli ma fondamentali: guestbook, photobooth, segnaposto, welcome bag, ventagli, antizanzara, cake topper…vi ispirano? Si sa il diavolo è nei dettagli! Inoltre, se chi vi segue non lo fa già delineate una timeline del matrimonio con i vari tempi e luoghi per i momenti della giornata, sia in caso di tempo favorevole che in caso di tempo sfavorevole. In tanti casi valutiamo tanti piani B-C-D…non solo per la pioggia ma per il tempo incerto, il freddo, la pioggia il giorno precedente che può aver reso inagibile lo splendido parco…bisogna sempre avere tutti gli scenari a portata di mano.

In questo appuntamento con i nostri sposi, noi di Simmi, oltre a suggerire dettagli extra ed accessori che creeremo ad hoc per loro, definiamo i tempi del matrimonio, la logistica ma anche il temuto piano B e tutti le altre eventualità. Perché bisogna prevedere sempre tutte le possibilità affinché tutto vada per il meglio…

Le spose dovranno poi recarsi in un appuntamento a parte in atelier senza lo sposo, che non lo deve vedere, per la scelta del bouquet. Mi raccomando seguite i consigli dei professionisti: il bouquet deve essere un punto d’incontro tra la bellezza della sposa e lo stile del matrimonio. È l’accessorio più importante della sposa e deve adattarsi al suo modo di muoversi e all’abito in modo leggero e non ingombrante. Deve rappresentarla e farla sentire a proprio agio sempre.

Prendetevi un sabato pomeriggio per scegliere le bomboniere. Non vi fate trasportare dall’emozione comprando set di pentole o utensili da cucina un po’ ingombranti. Sappiate che un piccolo cadeau delicato e semplice è il pensiero perfetto donato ai vostri invitati. Deve essere un ricordo ma anche un piacere per chi lo riceve. Mi raccomando, pensate ai regali speciali per i genitori, testimoni e damigelle…ma anche i colleghi o i vicini di casa o tutti quelli che vi manderanno fiori ed auguri cui dovrete rispondere con un sacchettino di confetti.

Non dimenticate la torta! La realizzerà il catering o vi rivolgerete ad un maitre patissier? Come la preferite tonda e gigante oppure romantica su più piani (quella che consiglio per estetica nelle foto) oppure ancora le nuove e sfiziose tortine monoporzione? Ricordatevi è l’ultima cosa che assaggeranno i vostri invitati e rimarrà impressa nei loro ricordi, fidatevi! Programmate una prova assaggi, ma questo dolce momento non ve lo devo ricordare…

Ed eccoci qui, abbiamo delineato quasi tutto il nostro giorno, tre mesi prima ormai quasi tutto è stabilito o immaginato. Venerdì ci dedicheremo agli ultimi tre emozionanti mesi prima delle nozze! Nel frattempo se vi siete persi i 10 consigli per NON avere un matrimonio noioso eccoli qui!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.